MANOVRA FINANZIARIA

Ok fondo 50 mln per risarcimenti ai risparmiatori delle 4 banche in liquidazione e delle 2 venete

Via libera della Commissione Bilancio del Senato all'emendamento che consente di risarcire i risparmiatori delle quattro banche in liquidazione e quelli delle due banche venete in amministrazione coatta amministrativa

Via libera della Commissione Bilancio del Senato all'emendamento alla manovra, a prima firma di Giorgio Santini (Pd), riformulato dai relatori, che consente di risarcire i risparmiatori delle quattro banche in liquidazione (Banca Etruria, Carife, CariChieti e Banca Marche) e quelli delle due banche venete in amministrazione coatta amministrativa (Popolare di Vicenza e Veneto banca). La proposta di modifica e' stata approvata da tutti i gruppi con l'astensione di Lega e Forza Italia, e stanzia 50 milioni in due anni (25 milioni nel 2018 e 25 milioni nel 2019) derivanti dai conti dormienti a un Fondo ad hoc al ministero dell'Economia. Per accedere ai risarcimenti, i risparmiatori dovranno comprovare il danno subito. La versione della norma, approvata nella notte, prevede che il Fondo sia utilizzato per il ristoro dei "risparmiatori che hanno subito un danno ingiusto riconosciuto con sentenza passata in giudicato, in ragione degli obblighi di informazione, diligenza, correttezza e trasparenza" nel collocamento di strumenti finanziari emessi da banche italiane sottoposte a risoluzione o in liquidazione coatta amministrativa "dopo il 16 novembre 2015 e prima della data di entrata in vigore" della legge di Bilancio". Con un Dpcm, su proposta del Mef, entro 180 giorni, saranno stabilite le modalita' e le condizioni per l'attuazione del Fondo di ristoro finanziario.

Categoria:

Regione: